titolo iniziative

Iniziative 

 
22/04/2019
Banca Cras e Associazione proprietari e allenatori cavalli da Palio: siglato un accordo per promuovere e la conoscenza del cavallo e sostenere economicamente il settore

Cavalli

Faccendi: «Sosteniamo lo sviluppo di una cultura del cavallo anche nelle scuole»

E’ stato siglato questa mattina un accordo tra Banca Cras e Associazione Proprietari Allenatori e Allevatori Cavalli da Palio Siena per promuovere e la conoscenza del cavallo e sostenere economicamente il settore.
L'Associazione nasce per tutelare i diritti dei cavalli, dei proprietari, degli Allenatori e degli allevatori di cavalli da Palio e ha trovato in Banca Cras il sostegno necessario alla realizzazione delle sue attività sia verso i propri soci sia verso l’esterno ed in particolare il mondo scolastico.
L’accordo si sviluppa dunque su due direttrici: un sostegno economico alle attività di promozione della cultura del cavallo nelle scuole ed in particolare nell’Istituto Agrario di Siena e una linea di credito che la Banca riserverà agli associati che vorranno investire nelle scuderie e in tutto il comparto dedicato al cavallo (scorte, acquisto di beni strumentali ecc...).

Gli associati possono usufruire di 1,5mil di euro diviso in tre tipologia da 500.000€ con tassi particolarmente agevolati relativi a prestiti, mutui e surroghe. Ogni pacchetto ha una scadenza ad esaurimento risorse e non temporale e gli associati possono rivolgersi direttamente alla Banca oppure al Consiglio dell’associazione per ogni delucidazione e valutazione dei tassi di interesse applicati nelle varie opzioni.

“E' um matrimonio importante – ha detto Massimiliano Ermini – è un segnale che un istituto di credito sposi il nostro progetto e si avvicini a noi mettendo dei fondi, circa 1,5 milioni di euro a tassi agevolati in tre plafond a disposizione di soci ed associati”.

“E’ un settore importante della nostra comunità – ha aggiunto il presidente di Banca Cras Florio Faccendi –:  c’è un bel progetto e condividiamo questo aspetto formativo, oltre a dare la possibilità di fare investimenti nelle varie attivitàl legate al mondo del cavallo e del Palio”.